Casatiello sugna e pepe

E’ dallo scorso anno che aspetto questo momento: il Casatiello sugna e pepe di Teresa! La mia fantastica vicina di Ercolano che è stata così disponibile ad insegnarmi la sua ricetta e tanto paziente da rispondere alle mie domande, armatevi di impasto pizza, salami, formaggi, matterello, ruoto e siete pronti!!

Ingredienti

Impasto pizza

  • 1 kg farina più farina extra per la lavorazione
  • 500 g acqua
  • 15 g sale
  • 15 g lievito di birra fresco

 

  • 130 g Pecorino grattugiato più extra pecorino per spolverare il casatiello prima del forno
  • 130 g Pecorino a cubetti
  • 200 g Provolone piccante
  • 80 g Salame piccante
  • 150 g Salame Napoli
  • 130 g Pancetta affumicata
  • 24 g Olio extravergine di oliva
  • 136 g Strutto più strutto extra da mettere sulla teglia
  • Pepe nero qb

Preparazione

La preparazione è divisa in 4 fasi: preparazione dell’impasto pizza e lievitazione (ad esempio la sera prima), impasto con il condimento e lievitazione (a pranzo), cottura (pomeriggio). Per far prendere al casatiello tutti i sapori è consigliato mangiarlo il giorno dopo!Ma quanto è buono appena fatto 🙂 Ho soltanto un dubbio: riusciremo a resistere?? Noi no!

Preparare l’impasto pizza: sciogliere il lievito in acqua tiepida (Kenwood 28 gradi),

iniziare a mescolare farina e metà dell’acqua con il lievito (ho utilizzato l’impastatrice a velocità al minimo: velocità 1 Kenwood),

far girare per un paio di minuti e aggiungere tutta l’acqua a filo sui bordi. Ammassare con la mano l’impasto

e continuare a mescolare per un altro paio di minuti, aggiungere il sale. Mescolare fino a quando si stacca dalle pareti e diventa una massa unica circa 10 minuti (incordatura), spegnere l’impastatrice. Se si impasta a mano lavorare fino a quando l’impasto sarà liscio.

Chiudere l’impasto spingendo con le mani dai lati a sotto (deve sembrare una cupola, in questo modo lieviterà in modo uniforme) e lasciar lievitare per tutta la notte chiuso da pellicola (non deve prendere aria).

(con la mia vicina abbiamo impastato a mano quando ho utilizzato solo il kenwood ho fatto incorporare il pecorino grattugiato, il pepe e lo strutto a poco a poco con la velocità al minimo e senza farina)

Verificata l’avvenuta lievitazione, raccogliere e lavorare l’impasto poggiandolo delicatamente sul un tavolo infarinato, utilizzare altra farina (poca) necessaria per poter stendere l’impasto e  impastare energicamente con metà dello strutto.

Quando lo strutto è stato assorbito stendere il tutto con le mani e polpastrelli e spolverare con pepe nero.

Mescolare energicamente e aggiungere pecorino grattugiato e pepe.

Spalmare una buona quantità di strutto nel ruoto (lo stampo a ciambella).

Continuare a mescolare l’impasto e spolverare con altro pecorino, olio, pepe e a fiocchetti quasi tutto lo strutto rimanente. Mescolare.

Infarinare il piano di lavoro e un pochino l’impasto per stendere con il matterello la sfoglia e non farla attaccare.

(completato l’assorbimento degli ingredienti con il kenwood ho steso la sfoglia con il matterello e farcito con olio pepe e tutti gli ingredienti su tutta la superficie stesa). Spolverare con pecorino, olio, pepe e mettere un paio di manciate degli ingredienti su un lato.

Arrotolare la sfoglia delicatamente per non farla strappare e massaggiare con lo strutto.

Continuare a versare gli ingredienti mano a mano che si arrotola (in modo che il condimento sia uniforme) e bene anche sotto le estremità e arrotolare, strutto, versare gli ingredienti e chiudere.

Trasferire il tutto nella teglia e con le mani pressarlo un pochino per farlo scorrere (se non dovesse coprire tutto lo stampo sarà possibile sistemarlo anche quando sarà lievitato)Massaggiare la superficie con lo strutto. Lasciare lievitare coperto da un panno (1-2 ore) oppure scaldare il forno, spegnerlo e quando sarà tiepido inserire la teglia all’interno del forno chiuso e lieviterà più velocemente.

Spolverare con pecorino!!!!! Cuocere in forno ben caldo a 220 gradi per 40 minuti circa (verificando la cottura). Si deve formare una crosticina sia sopra che sotto e deve superare la prova stuzzicadenti 🙂 Il giorno dopo prende ancora di più tutti i sapori!

Mangiare il Casatiello sugna e pepe caldo, sarà sofficissimo e molto saporito!! È squisito grazie Teresa!!

Conservare a temperatura ambiente coperto in una campana.

Vota la ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *